biografia

                                                                                                                                    

Home
bibliografia
il museo del bottone
la collezione
santarcangelo di romagna
Associazione
Commenti

 

Benvenuti nel sito Web di Giorgio GALLAVOTTI

      

Mi   chiamo Giorgio GALLAVOTTI. Vivo a Santarcangelo di Romagna, uno splendido paese fatto di borgate dove sono nato. Ero titolare di una vecchia   merceria fino al 2001   aperta da mio padre nel 1929, rilevando un negozio chiuso da vent'anni. Nel vecchio magazzino vi erano due intere pareti di scatole di bottoni; le ho conservate e, con molta pazienza, ho ordinato i bottoni cronologicamente con riferimento ai prezzi, ai modelli ed ai materiali. I bottoni più vecchi del magazzino sono "cuciti" su cartine con impresse la scritta "LA MODE ' 900".

Ho iniziato a cucirli su pannelli, poi incorniciati in modo che su ognuno vi fossero dei bottoni omogenei fra loro. Li ho suddivisi per decenni e mi sono trovato il museo dei bottone dalla fine del 1800 ai tempi nostri. Nel novembre del 1991 ho messo in mostra parte di quei quadri. Sono stati apprezzati moltissimo con interesse e curiosità dalla gente. Tutto ciò mi ha spronato a continuare tanto da chiedere il contributo a Ditte produttrici di bottoni per reperire materiali e documenti.

Nel frattempo, con altri collezionisti di bottoni è stato creato il C.I.B. (Collezionisti Italiani Bottoni) ed attraverso di esso ho potuto istruirmi, fare scambi e comperare materiale e sopratutto bottoni. Nel 1996 ho esposto con due mostre il mio lavoro a Santarcangelo. Notevole la mostra svolta al M.E.T. di Santarcangelo per tutto il mese di giugno è stata visitata da tantissima gente che ha voluto gratificarmi con apprezzamenti e complimenti segnalati sui registri di partecipazione all'evento.

Invitato ed ospite della Direzione alla Fiera della Merceria presso Modena nel 1998, ho avuto in soli quattro giorni dalle settemila alle ottomila presenze di pubblico, fra cui quelle di commercianti del settore, di fabbricanti di bottoni e materiali per bottoni. Quest'ultimi, esperti del settore, hanno confermato sia l'impostazione tecnica che storica del museo, rimanendo entusiasti di quanto esposto in Fiera.

Nel 2001, a dicembre, l'Amministrazione Comunale di Santarcangelo di Romagna ha voluto che esponessi i miei lavori presso un negozio nel centro cittadino. L'esposizione ha avuto un enorme successo ed un impatto significativo da parte di tutta la cittadinanza tanto che si sta pensando di creare un museo permanente  nel Comune di Santarcangelo di Romagna. I giornali hanno dato ampio risalto alla circostanza con fotografie ed incisivi articoli sull'aspetto culturale storico e didattico del museo.

Attualmente la mostra può essere anche itinerante.

 

 

 

Home | bibliografia | il museo del bottone | la collezione | santarcangelo di romagna | Associazione | Commenti

e-->